venerdì 17 febbraio 2017

Tracce d'ispirazione, la mano dei bambini

Lavorando da tanti anni con bambini e bambine dai 0 ai 6 anni, l'osservazione dei loro segni e della loro gestualità è ormai un piacere quotidiano e consolidato. I segni dei bambini anche molto piccoli sono sempre pieni di un grande potere empatico. Osservare e rielaborare credo siano i due principali elementi base per qualunque fonte di ispirazione.
Osservare e rielaborare i segni e le tracce lasciate dai bambini sicuramente influenza e coinvolge il mio lavoro pittorico.

"Il mare", lavoro di gruppo di bambini dai 30 ai 36 mesi
acrilico su plastica, pennarello indelebile

"Composizione blu",  50 x 70 cm, 2015
Acrilico su tela, inchiostro, pastello



Non si può disegnare e dipingere come bambini, le nostre esperienze e vissuti da adulti ci portano a mediare il mondo in modo differente, ma il piacere del raccontarsi attraverso forme e segni quello lo possiamo condividere con loro. Una linea può essere la mamma, il papà, il gioco.... per noi adulti un momento di benessere, un bisogno di pace, un senso di angoscia.... Il nostro mondo è il mondo adulto, ma possiamo ancora permetterci di guardarlo con gli occhi magici, incantati, curiosi e scrutatori dei bambini.



"I sassi", lavoro di gruppo di bambini dai 30 ai 36 mesi
acrilico su plastica, pennarello indelebile

"Dicembre" piccolo formato, 2015
acrilico e inchiostro su carta

Nessun commento:

Posta un commento